Dal 2005 al vostro servizio!
Centrale: 081 8612342
Rovigliano: 081 5364088
Torre Sud: 081 8611161
Centro Estetico: 081 8616339
12 Lug 2018

In attesa delle meritate ferie, come prevenire le odiose borse sotto gli occhi

Stanchezza, spossatezza, voglia di sdraiarsi al sole senza pensare al lavoro, alla scuola dei bimbi. Le meritate ferie all’orizzonte ma ancora qualche giorno di lavoro.

Una zona del nostro viso particolarmente delicata e sensibile che risente facilmente, anche in giovane età, di alcuni precoci cambiamenti è il contorno occhi.

Il contorno occhi è davvero una zona fragile e sottile, sviluppa facilmente pigmentazioni, rughe, comparsa di occhiaie e di borse.

Purtroppo le borse sono un inestetismo molto comune, sia per le donne che per gli uomini, e possono manifestarsi anche in diverse fasce di età.

COSA SONO LE BORSE E QUALI SONO LE PRINCIPALI CAUSE FISIOLOGICHE

Le borse sotto gli occhi, scientificamente definite dermatocalasi, sono un eccesso di pelle localizzato nella zona sotto oculare.

Il fisiologico processo dell’invecchiamento cutaneo comporta innumerevoli cambiamenti del nostro aspetto. Comparsa di rughe dovute alla diminuzione della sintesi di fibre di collagene ed elastina, disidratazione, perdita di tono ed elasticità, assottigliamento della pelle, perdita di luminosità.

La causa principale della comparsa delle borse è sicuramente l’invecchiamento che determina una diminuzione del tono anche nella zona perioculare con un conseguente rilassamento. La zona del contorno occhi è così sottile e priva di collagene ed elastina che facilmente tende al cedimento.

Spesso però le borse possono essere dovute dalla ritenzione e dal ristagno dei liquidi nella zona inferiore della palpebra. Anche la fragilità capillare che aumenta con gli sbalzi termici (passaggio dal caldo al freddo e viceversa) può contribuire alla rottura dei capillari stessi che conseguentemente possono determinare la comparsa delle borse.

 

PER SAPERNE DI PIU’

Oltre alle cause fisiologiche precedentemente elencate, sono innumerevoli i fattori esogeni che possono contribuire al peggioramento della zona del contorno occhi.

 

Lo stress, un scorretto stile di vita contribuisce spesso a non riposare in maniera sufficiente. Infatti, i soggetti che soffrono di disturbi del sonno molto spesso al mattino si risvegliano con le borse sotto gli occhi. Durante la notte il ristagno dei liquidi è maggiore e per questo motivo il nostro sguardo al mattino appare appesantito e gonfio.

 

Alimentazione povera di sale e ricca in vitamine e antiossidanti (frutta e verdura) aiuterà sicuramente a favorire la circolazione diminuendo la ritenzione idrica. L’assunzione di fumo e alcool per lo stesso motivo sopra elencato è sicuramente sconsigliata. Entrambi causano vasodilatazione, provocano danni alla pelle in generale e al nostro intero organismo. E’ risaputo che le donne in gravidanza a causa degli sbalzi ormonali riescono a dormire di meno e anche male, sono tutte soggette ad una maggiore ritenzione idrica e pertanto tendono con più facilità ad essere predisposte alla formazione di borse ed occhiaie.

 

PREVENIRE E COMBATTERE LE BORSE

RIMEDI NATURALI

 

Per eliminare il gonfiore spesso è consigliato applicare sugli occhi dei cubetti di ghiaccio oppure delle fette di cetrioli o patate tagliati a fette.

Bere molta acqua per drenare.

Assumere alimenti ricchi in vitamine e antiossidanti.

Massaggiare la zona perioculare per facilitare il drenaggio e stimolare la circolazione.

Condurre una vita regolare.

MIAMO CONSIGLIA

Applicare una piccola quantità di prodotto sul dito e picchiettare delicatamente il contorno occhi Advanced eye cream mattina e sera.

 

Fonte:  https://www.miamo.com/come-prevenire-e-trattare-le-borse-sotto-gli-occhi/

10 Lug 2018

Torta semifredda al cioccolato e lamponi

Farmacie Palomba Celiac Store in collaborazione con Shaer vi propone una ricetta fresca, divertente ed estiva.

Torta semifredda al cioccolato e lamponi: da provare! Farcita con 2 strati di deliziosa crema al mascarpone e lamponi, guarnita con lamponi freschi e tanto amore! Decisamente un must!

 

Per la base:

8 pezzi

Chocolate O’s

Per il ripieno:

8 pezzi

Chocolate O’s

250 g

mascarpone

200 ml

panna da montare

250 g

lamponi

100 g

zucchero

Per la decorazione:

1 manciata

lamponi

Preparazione

Per la base:

Usare un piccolo stampo a cerniera del diametro di 16-18 cm.

Foderare il fondo dello stampo con la carta da forno.

Frullare 8 biscotti nel mixer.

Versare i biscotti sbriciolati nello stampo e distribuirli uniformemente con l’aiuto di un cucchiaino.

Per la farcitura:

Montare la panna e il mascarpone fino a ottenere un composto morbido e schiumoso.

Aggiungere i lamponi schiacciati grossolanamente e lo zucchero. Mescolare bene.

Per la torta:

Versare metà della farcitura al lampone sulla base dei biscotti sbriciolati.

Mettere nel mixer i restanti 8 biscotti e ridurli in briciole.

Versare i biscotti sbriciolati sulla farcitura ai lamponi.

Completare con un ultimo strato di farcitura ai lamponi.

Riporre la torta in frigo per 6 ore circa.

Guarnire con lamponi freschi.

 

Scopri di piu su: https://www.schaer.com/it-it/r/torta-semifredda-al-cioccolato-e-lamponi

09 Lug 2018

Estate in salute – Frutta e verdura, come quando e perchè

È tornata la bella stagione e le temperature più elevate fanno sì che il nostro corpo necessiti di maggiore idratazione ed energia. Frutta e verdura, che soprattutto in questo periodo sono particolarmente golosi, sono ricche di acqua e nutrienti che aiutano a reidratare il nostro fisico e ad attenuare il senso di stanchezza.

Non dimentichiamo, poi, che il caldo porta a consumare quasi esclusivamente pietanze e cibi freschi, che non richiedano cottura: un forno acceso in estate potrebbe diventare veramente insopportabile!

Via libera, quindi, a insalate e macedonie multicolore. Un esempio di menu estivo, vitaminico ed energizzante? Colazione con frutta fresca e yogurt, spuntino con un buon frullato, pranzo con insalata e cereali integrali, merenda con sorbetto o spiedini di frutta, cena con proteine e verdure crude in pinzimonio.

Il contenuto di vitamine, minerali ed antiossidanti dei vegetali di stagione favorisce, dunque, il benessere dell’organismo di grandi e piccini, aiutando a prevenire diversi tipi di disturbi. Ancora meglio se frutta e verdura sono fresche e non trattate chimicamente. Anche per questi motivi, cresce continuamente il numero di coloro che scelgono di creare un piccolo orto in giardino o, addirittura, sul terrazzo.

I vantaggi di un’alimentazione verde

Mangiare frutta e verdura crude è importante in quanto in cottura la maggior parte dei vegetali perde vitamine e minerali indispensabili. Un esempio su tutti: la vitamina C. Quest’ultima è una vitamina termolabile, cioè tende a diminuire progressivamente e a “morire” con il calore.

Inoltre, i nutrizionisti consigliano di mangiare frutta e verdura con la buccia se possibile. La buccia è infatti ricchissima di nutrienti e, soprattutto, fibre, il cui corretto apporto può aiutare il transito intestinale.

Per non rinunciare a tutti questi benefici, è sufficiente consumare la frutta o la verdura preferite in sicurezza. E, per farlo, bastano davvero pochi e semplici gesti quotidiani.

Sai che l’acqua può non bastare?

I batteri sono microroganismi presenti ovunque: nella terra, nell’acqua, sul nostro corpo, sui nostri vestiti…

Non sempre però batterio significa malattia, alcuni microroganismi addirittura aiutano a combattere l’insorgere di infezioni e affezioni virali. Ma se il sistema immunitario non è sufficientemente maturo oppure è indebolito, i batteri possono costituire un problema. Per esempio, pensiamo ai neonati o agli anziani. Oppure, alle donne in stato di gravidanza.

Prima di mangiarle, frutta e verdura vanno lavate alla perfezione. A maggior ragione, se si consumano crude e con la buccia. I batteri infatti si trovano molto bene sulla superficie degli alimenti, dove possono prosperare e riprodursi alla velocità della luce. Può aumentare, così, rapidamente la carica batterica presente nell’alimento. È per questo che l’acqua può non bastare. Si consiglia quindi di disinfettare perfettamente i vegetali prima di consumarli crudi. E questo discorso vale anche per le insalate già pronte in busta, persino per i prodotti crudi che riportano la dicitura “lavato e pronto per il consumo”.

Cosa usare per disinfettare bene frutta e verdura?

Come abbiamo accennato, l’acqua elimina solo parzialmente batteri, funghi e virus presenti sulla superficie di frutta e verdura. Per la salute e il benessere di tutta la famiglia, si consiglia di ricorrere all’uso di prodotti specifici per la disinfezione di frutta e verdura.

Ed è altrettanto importante che si tratti di prodotti sicuri e anche comodi da utilizzare. La praticità, infatti, si rivela essenziale nella scelta del prodotto di disinfezione.

Come fare

Le soluzioni specifiche per la disinfezione di frutta e verdura riportano istruzioni ben precise, da seguire alla lettera. La prima cosa da sapere è che il prodotto disinfettante non si utilizza puro ma è necessario diluirlo in acqua.

Una volta ottenuta la soluzione diluita, vi si immergono frutta e verdura e si lascia agire 15 minuti (tempo standard). L’ultimo step, infine, prevede un abbondante risciacquo degli alimenti con acqua corrente prima del consumo.

I nutrizionisti concordano, e la gola esulta: mangiare frutta e verdura di stagione è indispensabile per stare bene e reidratarsi, soprattutto quando inizia l’estate. Farlo in sicurezza, eliminando microrganismi potenzialmente dannosi, è semplicissimo e rapido. Un facile gesto per la salute e il benessere di tutta la famiglia.

 

 

Fonte: https://www.donnamoderna.com/storie/e-estate-frutta-e-verdura-tornano-protagonisti-ecco-i-consigli-per-mangiarle-in-sicurezza

28 Giu 2018

Salute e viaggi…i consigli per le ferie

Estate, tempo di viaggi e relax, ma senza mai abbassare la guardia! La stagione estiva è ormai alle porte e la maggior parte degli italiani ha già prenotato le proprie vacanze. È proprio in questi mesi che aumenta l’esposizione ad alcune minacce per la salute, quindi prima di preparare i bagagli è importante informarsi bene sui rischi infettivi che possono essere presenti nei luoghi di destinazione. A questo proposito l’Istituto Pasteur Italia ricorda che proteggersi è facile e fornisce dei consigli utili a tutti i viaggiatori per vivere in totale sicurezza le vacanze e, nel caso delle malattie infettive, limitare il diffondersi di agenti patogeni.

Con oltre un terzo della popolazione in vacanza, è proprio nella stagione estiva che si concentra il 41,3 % dei viaggi degli italiani[1]. Se lo scorso anno solo il 19% dei nostri connazionali ha scelto una meta estera, per l’estate 2018 sembra crescere la voglia di scoprire mete poco conosciute, come il Sudafrica e la Russia centrale e orientale, ma anche di aree già care ai turisti del Bel Paese come il sud-est asiatico, dove primeggiano Indonesia, Vietnam, Thailandia e i Caraibi[2]. Sembra infatti che gli italiani prediligano esperienze autentiche, a contatto con la natura e la cultura dei luoghi, con un interesse spiccato per le tradizioni culinarie.

Presi dai preparativi, si è ingenuamente soliti pensare che i malanni appartengano solo alla stagione invernale, ma in realtà anche la tanto agognata estate porta con sé numerose insidie. Le alte temperature, l’aumento del numero di persone che si spostano da un Paese all’altro e i cambiamenti di abitudini sono fattori che favoriscono la diffusione di agenti patogeni e viaggiare impreparati, in particolar modo in Paesi con condizioni igienico-sanitarie profondamente diverse dalle nostre, significa mettere a rischio non solo la propria salute, ma anche quella degli altri. Una minaccia concreta per la “Health for all” (salute per tutti), campagna dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la promozione della copertura sanitaria universale per tutti e dovunque e “missione” condivisa dalla Rete Internazionale dei 33 Istituti Pasteur in tutto il mondo. I viaggiatori hanno dunque delle importanti responsabilità e dovrebbero pianificare un viaggio sicuro e sano, per essere in grado di prevenire o, tutt’al più, essere preparati a gestire e trattare possibili malattie contratte durante il viaggio.

Prima di mettersi in viaggio è di massima importanza conoscere le caratteristiche del Paese ospitante e rivolgersi al proprio medico o alle strutture sanitarie preposte alla prevenzione delle malattie dei viaggiatori, che forniranno tutte le indicazioni e proporranno un piano di vaccinazione e/o profilassi personalizzato tenendo conto di destinazione, programma di viaggio, stato di salute e trascorso vaccinale di ogni persona. Bisogna innanzitutto assicurarsi che il nostro sistema immunitario sia pronto ad affrontare eventuali incontri indesiderati con agenti infettivi patogeni. Oltre alle vaccinazioni di routine richieste o consigliate dal nostro Servizio Sanitario Nazionale (difterite, tetano, pertosse, polio, meningite ed epatite B), potremmo avere bisogno di vaccinazioni specifiche e/o di una profilassi farmacologica preventiva in base alla meta scelta” – ha dichiarato Angela Santoni, Direttore Scientifico dell’Istituto Pasteur Italia.

A tutti i viaggiatori del Bel Paese l’Istituto Pasteur Italia ricorda l’importanza della vaccinazione, il più efficace metodo preventivo, che protegge da rischi infettivi gravi e potenzialmente mortali, solitamente trasmessi da cibo, bevande e punture d’insetto e fornisce un valido aiuto nel conoscere meglio le malattie presenti nelle principali mete turistiche.

Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2018/06/estate-viaggi-prevenzione-consigli-partire-vacanze/1112252/#ftvCS5Lj4LT5ZJeD.99

25 Giu 2018

In viaggio #glutenfree, no problem con Shaer

Viaggiare e gustare senza preoccupazioni

Hai in programma una vacanza sotto l’ombrellone, sei spesso in viaggio per lavoro o cerchi un ristorante nella tua città? Per goderti la vita senza preoccupazioni, affidati a noi. Noi di Schär ti indichiamo supermercati, ristoranti e alberghi con una offerta senza glutine nelle tue vicinanze o in giro per il mondo.

In viaggio senza glutine? Facilissimo, con Schär

Forse conosci già GlutenfreeRoads, la app e il portale online ricco di indirizzi senza glutine in tanti paesi? Ora tutto questo fa parte della galassia dei servizi Schär e ti aiuterà a programmare i tuoi acquisti, le pause pranzo e gli spostamenti senza glutine, in maniera semplice e ottimale.

Ti mettiamo a disposizione innumerevoli indirizzi e un database in costante crescita. Garantiamo la massima sicurezza – grazie al nostro sistema di qualità, ma anche grazie ai feedback, ai commenti e alle valutazioni della community dello Schär Club. Il portale vive dello scambio di opinioni, di appassionanti reportage e suggerimenti sul senza glutine. Così possiamo garantire costanti aggiornamenti e verifiche sui punti senza glutine, attingendo alle fonti più disparate.

Per spuntini veloci, per un pranzo piacevole o per palati raffinati

Il nostro obiettivo è rendere il mondo “un po’ più gluten free” e consentirti di lasciare a casa le preoccupazioni, per goderti una vita “normale” all’insegna del buon umore anche quando sei in vacanza, in viaggio di lavoro o semplicemente quando non hai voglia di cucinare. Nella nostra app trovi tutto ciò che serve per un ottimo pasto senza glutine quando sei in giro. Puoi cercare per paese, città o regione caffè, ristoranti, pizzerie e gelaterie senza glutine puoi riportare le tue esperienze e leggere le valutazioni della community dello Schär Club. Approfittane!

Fare acquisti senza glutine ora è facile

Hai un debole per i biscotti senza glutine, o sei rimasto a corto di pane? Trova supermercati e altri negozi con prodotti senza glutine nei dintorni o in giro per il mondo.

Un soggiorno spensierato

L’alfa e l’omega di una vacanza ben riuscita è naturalmente l’alloggio. Cerca strutture ricettive con colazione senza glutine nella tua località di villeggiatura – con tanti tipi di sistemazione, dall’albergo al Bed & Breakfast.

Senza glutine non stop con l’app Schär Gluten Free

Per un accesso ancora più rapido e agevole a tutte le nostre informazioni e ai servizi sul viaggiare e gustare senza glutine, c’è l’app Schär Gluten Free, completamente rinnovata. Sostituisce la celebre app GlutenfreeRoads. Facile e intuitiva da usare, si avvale della tecnologia internet di ultima generazione, per facilitare la ricerca dei punti senza glutine. Oltre all’aiuto pratico per trovare indirizzi senza glutine, qui trovi tutte le sezioni del sito: ricette, prodotti o piani nutrizionali. In più, la app consente una ricerca per raggio con localizzazione GPS e programmazione del percorso per farti trovare gli indirizzi senza glutine più vicini al luogo in cui ti trovi. Fare acquisti, mangiare e pernottare senza glutine è facile e veloce con la nuova app. Questa app gratuita ti aiuta a pianificare in tempo reale il tuo viaggio, così puoi goderti appieno la tua vacanza, senza pensieri.

Inoltre dalla app puoi accedere direttamente all’archivio di ricette senza glutine di Schär, leggere le notizie e gli articoli più recenti sulla vita senza glutine e trovare informazioni sui prodotti Schär. L’intera galassia del senza glutine è disponibile in una app gratuita!

 

Fonte: https://www.schaer.com/it-it/a/on-the-go

 

19 Giu 2018

Sole, inquinanti, pelle. Scopriamo di piu.

Le donne non sbagliano quando denunciano l’inquinamento come un fattore dannoso per la loro bellezza. La sinergia inquinamento ed esposizione al sole, poi, può partecipare alla formazione di macchie sulla pelle.

Gli inquinanti, temibili generatori di radicali liberi

Nonostante sia l’intero organismo a soffrire per l’inquinamento, è la pelle uno degli organi direttamente colpiti da questo problema. Gli agenti inquinanti con i quali la pelle si misura ogni giorno generano radicali liberi che penetrano nell’epidermide favorendo la comparsa di macchie e conferendo un tono grigiastro all’incarnato. Il particolato, l’ozono, il biossido di azoto, il monossido di carbonio o il biossido di zolfo sono tra gli inquinanti più aggressivi.
Uno studio epidemiologico di vasta portata condotto dal Professor Krutman (Istituto di Ricerca Leibniz per la medicina ambientale di Düsseldorf) e pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica “Investigative Dermatology” conferma che l’inquinamento ha un impatto sulla qualità dell’incarnato.

L’azione sul colorito dei raggi UVA

Tutti i giorni, anche quando il cielo è nuvoloso, la pelle è esposta ai raggi UV costituiti principalmente da UVA, a loro volta costituiti per il 75% da UVA lunghi. Questi ultimi possono penetrare molto in profondità fino al derma. Principali generatori di radicali liberi, possono alterare a lungo termine le cellule e causare ipopigmentazione quali macchie scure e discromie.

Lo stress ossidativo generato dalla sinergia inquinamento + UVA lunghi è doppiamente nocivo

Agisce:

  • IN PROFONDITÀ, alterando il funzionamento dei melanociti e modificandone l’ambiente: il melanotopo. Si scatena così il processo che porta alla comparsa del colorito spento e delle macchie
  • IN SUPERFICIE, ossidando la melanina già presente nei cheratinociti dell’epidermide. L’incarnato assume un colorito spento

Per contrastare questa sinergia negativa è utile selezionare prodotti con un’azione anti-inquinamento, anti-ossidante con filtro solare.

Fonte: http://www.larocheposay.it/articolo/tra-le-cause-delle-macchie-sulla-pelle-l-azione-combinata-di-inquinamento-e-raggi-uva-lunghi/a14991.aspx
18 Giu 2018

Microblading ad un prezzo eccezionale!

Scegli la soluzione definitiva, scegli il micro blading.

Approfitta della promozione del centro estetico Palomba, con uno sconto eccezionale ti costa solo 200 euro.

Delinea l’occhio e regala  una speciale allure allo sguardo.

Le sopracciglia sono un tratto fondamentale del viso, dell’espressione e anche della personalità. Al di là degli stili e delle mode del momento, esiste una forma ideale per ciascun viso, capace di valorizzarne al meglio i tratti. Tuttavia, non sempre tale forma corrisponde esattamente a quella naturale, oppure capita che nel tempo quella originaria si modifichi per varie ragioni. In tutti questi casi ci si può avvalere di una tecnica speciale, in grado di creare (o ricreare) il design ideale delle sopracciglia: parliamo del microblading. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

 

13 Giu 2018

Welcome Summer. I consigli per una corretta alimentazione

Sul portale del Ministero della salute sono scaricabili diverse brochure e opuscoli rivolti alla popolazione in generale, ai Medici di medicina generale, agli operatori sanitari di istituti di ricovero per anziani e opuscoli rivolti alle badanti, tradotti in sei lingue (inglese, francese, spagnolo, rumeno, russo e polacco). Il Piano nazionale di prevenzione per ondate di calore, gestito e coordinato dalla Direzione Generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute, con il supporto tecnico del CCM, rappresenta attualmente l’unico esempio concreto in sanità pubblica di strategia di adattamento per eventi climatici.

Ecco infine dieci preziosi consigli per un’alimentazione corretta e sicura in estate, un periodo accompagnato da maggior tempo libero, con abitudini alimentari diverse rispetto al resto dell’anno: maggior numero di pasti fuori casa, scarsa attenzione agli apporti nutrizionali, minori formalità.  Bere e mangiare correttamente contribuisce ad affrontare l’afa e a ridurre i rischi per la salute dovuti alle ondate di calore, in particolare la disidratazione. Quando fa molto caldo i bambini, le donne in gravidanza e gli anziani possono soffrire di più e essere più esposti al rischio di disidratazione.

  1. Bere almeno due litri (otto bicchieri) di acqua al giorno. In estate si perdono minerali con l’aumento della sudorazione e della traspirazione. Per gli anziani è particolarmente importante bere, indipendentemente dallo stimolo della sete. I bambini devono bere di più. Moderare il consumo di bevande con zuccheri aggiunti. Limitare il consumo di bevande moderatamente alcoliche come vino e birra. Evitare le bevande ad alto contenuto di alcol.
  2. Rispettare quotidianamente il numero e gli orari dei pasti, soprattutto la prima colazione, che deve essere privilegiata rispetto agli altri pasti. La prima colazione è il pasto più importante della giornata, arriva dopo il periodo di digiuno più lungo nell’arco delle 24 ore e fornisce il “carburante” per tutta la giornata. Non consumare un’adeguata prima colazione, inoltre, predispone ad una maggiore assunzione di calorie nelle ore successive.
  3. Aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione e yogurt. Mangiare frutta e verdure fresche di stagione (400 g almeno al giorno, OMS). Preferire lo yogurt senza zuccheri aggiunti. Insieme alla frutta, può diventare un ottimo spuntino. Non trascurare la frutta secca (mandorle, noci ecc), ricca di grassi “buoni”, minerali e fibre, ma non esagerare, perché apporta calorie.
  4. Preparare i piatti con fantasia, variando gli alimenti anche nei colori. Il colore degli alimenti è dato dalle sostanze ad azione antiossidante (vitamine, polifenoli ecc): più si variano i colori, più completa è la loro assunzione.
  5. Moderare il consumo di piatti elaborati e ricchi di grassi. Con il caldo, l’organismo consuma meno energia. È consigliabile, quindi, moderare l’apporto calorico, preferendo una cottura in grado di mantenere inalterato l’apporto di minerali e vitamine, diminuendo anche la quantità di sale da aggiungere durante la preparazione. Condire con olio d’oliva a crudo.
  6. Privilegiare cibi freschi, facilmente digeribili e ricchi in acqua e completare il pasto con la frutta. Questa regola va seguita in particolare quando si consuma il pranzo “al sacco”, non esagerando con gli spuntini salati o zuccherati.
  7. Consumare un gelato o un frullato può essere un’alternativa al pasto di metà giornata. Il gelato o il frullato al latte che sostituiscono il pasto vanno inquadrati nell’ambito dell’apporto nutrizionale giornaliero.
  8. Evitare pasti completi con primo, secondo e contorno quando, durante soggiorni in albergo o in viaggio, è più facile che si consumi al ristorante sia il pranzo che la cena. Optare in una delle due occasioni per piatti unici bilanciati che possono fornire i nutrienti di un intero pasto. Alcuni degli abbinamenti possibili sono pasta con legumi e/o verdure, carne/pesce/uova con verdure.
  9. Consumare poco sale e preferire sale iodato. La carenza di iodio è ancora un problema: la tiroide condiziona molte funzioni dell’organismo ed ha bisogno del giusto introito giornaliero, garantito dal consumo di soli 5 g di sale iodato. Per gli ipertesi può essere utile consumare sale iposodico o asodico.
  10. Rispettare le modalità di conservazione degli alimenti. Mantenere la catena del freddo per gli alimenti che lo richiedono (borsa termica per il pic-nic). Ricordare che cibi conservati a lungo in frigorifero rischiano un peggioramento nutrizionale e/o una contaminazione da microrganismi.
11 Giu 2018

Giornata dedicata Il mondo senza Glutine

Torna al Celiac Store di piazza Imbriani l’appuntamento con le degustazioni de il Mondo senza Glutine.

Venerdi 15 Giugno dalle 9 alle 19 vi aspettiamo presso la Farmacia Centrale per proporvi i buonissimi prodotti, farveli assaggiare e partecipare ad un simpatico concorso.

Tanti premi in palio con il nostro concorso dedicato.

Vi aspettiamo

07 Giu 2018

Giornata Miamo – Farmacia Centrale

Ritorna l’appuntamento con Miamo Skin Care alla farmacia Centrale Palomba giovedi 14 giugno.

Un’intera giornata dedicata al benessere della pelle in vista dell’estate con le consulenti MIAMO, sconti e promozioni dedicate a voi.

Un trattamento di 30 minuti dedicato alla tua pelle.

#iomiamo e tu

Scopri di piu:

https://www.facebook.com/events/2192672294354062/