Dal 2005 al vostro servizio!
Centrale: 081 8612342
Rovigliano: 081 5364088
Torre Sud: 081 8611161
Centro Estetico: 081 8616339
26 Mar 2019

La colomba pasquale, senza glutine e senza latticini, di Sonia Peronaci

La Pasqua si avvicina e grazie all’invettiva di Sonia Peronaci vi facciamo scoprire come è semplice preparare una colomba pasquale in pochi passi.

 

PREPARAZIONE: 30 min. + 4 h e 30 min di riposo in tutto LIEVITAZIONE: 12 h + 1 h circa nello stampo COTTURA: 55 min. DIFFICOLTÀ: media COSTO: economico

COLOMBA SENZA GLUTINE E LATTICINI: INGREDIENTI PER 1  DA 1 KG

Mi raccomando, non dimenticarti di leggere le etichette degli ingredienti e controlla sulla confezione dei prodotti senza glutine ci sia il marchio della spiga barrata!

 

PER L’IMPASTO

farina di riso impalpabile 150 g

farina di riso integrale 175 g

amido di mais 80 g

lievito di birra disidratato 7 g

sale 8 g

xantana 12 g

latte di riso 210 g

miele di acacia 100 g

zucchero 100 g

olio di girasole 120 g

uova medie 4

vaniglia 1 bacca

arancia non trattata la scorza di 1

limone non trattato la scorza di 1

arancia candita 100 g

cedro candito 100 g

PER LA GLASSA

albume 60 g (2)

mandorle 30 g

nocciole 30 g

zucchero semolato 120 g

farina di mais fumetto 10 g

fecola di patate 10 g

PER DECORARE

mandorle non spellate (o nocciole spellate) 40 g

zucchero in granella 50 g

COLOMBA SENZA GLUTINE E LATTICINI: PROCEDIMENTO

PER LA GLASSA

IL GIORNO PRIMA

Per comodità, la sera prima di fare l’impasto della tua colomba senza glutine e latticini puoi iniziare a preparare la glassa da conservare poi in frigorifero fino al momento di utilizzarla. Frulla assieme  le noccole, le mandorle, lo zucchero, la fecola di patate e la farina di mais.

Sbatti leggermente gli albumi con i rebbi di una forchetta e amalgama tutto fino ad ottenere una crema abbastanza densa, poi copri con la pellicola trasparente e conservala.

L’IMPASTO DA INIZIARE IL GIORNO PRIMA (ORE 18.00)

Per fare l’impasto, metti tutti gli ingredienti secchi nella planetaria munita di foglia: farina di riso, farina di riso integrale, amido di mais, lievito disidratato, zucchero e xantana.

In una ciotola capiente, invece, metti: latte di riso (o di soia), olio di girasole, sale e miele. Amalgama tutto.

 

Incorpora anche i semini ricavati dalla bacca di vaniglia, le uova e le scorze degli agrumi grattugiate.

Aziona la planetaria e versa a filo il composto liquido. Lavora il composto per 5 minuti a velocità media, quindi lascialo riposare mezzora coprendo direttamente la ciotola della planetaria con pellicola trasparente, lasciando quindi l’impasto a temperatura ambiente.

Passata la mezzora, taglia i canditi a cubetti e aggiungili all’impasto: lavoralo sempre con il gancio a foglia per qualche istante poi mettilo in una ciotola capiente e lascialo riposare per altre 2 ore e mezzo, sempre a temperatura ambiente e sempre coprendo la ciotola con la pellicola trasparente. Trascorse le 2 ore e mezzo, trasferisci tutto in frigorifero per 12 ore.

IL GIORNO DOPO (ORE 9.00)

Trascorse le 12 h di lievitazione, estrai l’impasto dal frigorifero e lascialo rinvenire per 2-3 h a temperatura ambiente. Trasferiscilo sul piano di lavoro leggermente oliato e dividilo a metà. Lavora velocemente ciascuna porzione per ottenere due filoncini.

Prendi lo stampo da colomba (io ho usato quello classico in cartone, da 1 kg) e adagia all’interno prima un filoncino nello spazio delle ali e poi, sopra, l’altro per formare il corpo. Premi leggermente le due sezioni e lascia lievitare la colomba in forno spento e coperto con la pellicola trasparente per un’altra ora o finché non arriva ad 1 cm dal bordo.

 

Ottenuto il volume necessario, recupera la glassa dal frigorifero e cospargila delicatamente e con l’aiuto di spatola o cucchiaio su tutta la superficie. Distribuisci poi le mandorle e la granella di zucchero. Inforna la colomba senza glutine e latticini in forno statico preriscaldato a 170° per 55 minuti. Consiglio di fare a fine cottura la prova stecchino: infilza la colomba con uno stecchino di legno e, se estraendola risulta umido o con tracce di impasto crudo, lasciala infornata ancora 5 minuti.

Una volta cotta, devi lasciar raffreddare capovolta la tua colomba senza glutine e latticini: usa dei ferri da maglia o gli appositi ferri, infilza la colomba nella parte inferiore e lasciala capovolta appoggiando i ferri su due spessori. Ecco pronta la tua colomba… Buona Pasqua!

Se non apprezzi i canditi allora puoi provare ad aggiungere la classica uvetta o dei frutti rossi disidratati: in questo caso lasciali rinvenire qualche minuto in acqua a temperatura ambiente e asciugali bene prima di aggiungerli all’impasto. Se invece sei un grande fan dei canditi, prova la pastiera napoletana, un grande classico!

La colomba è uno dei più famosi dolci pasquali, ma non l’unica! Scopri le altre ricette di dolci di Pasqua che ho raccolto per te e se stai cercando spunti per iniziare il pranzo prova con le mie ricette pasquali!

Puoi conservare la colomba senza glutine e latticini a temperatura ambiente e sotto una campana di vetro per 2-3 giorni; considera che i prodotti senza glutine tendono a seccarsi più velocemente degli altri. Non consiglio il congelamento.

La colomba nacque negli anni ’30 a Milano, ma vi sono alcune leggende che riportano questo dolce ad epoche molto più antiche. Una di queste narra che il re longobardo Alboino abbia ricevuto in segno di pace una colomba durante l’assedio di Pavia, mentre altre riconducono questo dolce pasquale ad un miracolo di San Colombano invitato a banchetto dalla regina Teodolinda in cui le pietanze a base di carne si trasformarono in candide colombe di pane.

 

Fonte: https://www.soniaperonaci.it/ricetta/dolci/colomba-senza-glutine-latticini/

12 Mar 2019

Esistono le pillole anti-glutine?

In una parola – no! State attenti con le cosiddette “pillole anti-glutine”. In caso di celiachia o di disturbi legati al glutine esse non rappresentano la soluzione ad una dieta senza glutine.

Le pillole anti-glutine non esistono. Attualmente sono in commercio delle pillole con azione preventiva per quando si mangia fuori casa e non si è certi che il menu sia senza glutine. Ciò non significa, tuttavia, che le persone con celiachia possano saltare la dieta senza glutine.

Un problema complesso

Avrete certamente sentito anche della pillola “magica” per gli intolleranti al lattosio ma non è la stessa cosa. Si tratta piuttosto di di una pillola di lattasi, laddove la lattasi è un enzima che aiuta a digerire il lattosio. Le pillole di lattasi permettono alle persone intolleranti al lattosio di saltare la dieta e consumare prodotti contenenti lattosio. Nel caso della celiachia invece la pillola di cui stiamo parlando lavora in modo differente. Le persone che soffrono di celiachia non hanno una carenza dell’enzima necessario per digerire il glutine. Piuttosto per i celiaci il glutine porta ad un malfunzionamento del sistema immunitario, nella misura in cui questo identifica il glutine come un “nemico” e scatena una serie di reazioni. Per questo motivo il problema è ben più complesso.

Come funzionano dunque?

Le pillole “anti-glutine” sono prodotte da diversi laboratori e contengono enzimi che aiutano nella digestione del glutine o nel spezzarlo in piccole molecole quando ha raggiunto l’intestino.  Anche in questo modo è molto difficile garantire che la quantità di enzimi ingeriti sia efficace nello spezzare il glutine consumato, evitando così che il corpo lo riconosca e che il sistema immunitario venga attivato, e minimizzando quindi il danno causato. La pillola viene presa prima dei pasti. Essa contiene un rivestimento speciale per garantire il raggiungimento all’intestino tenue, evitando con ciò l’ambiente ostile dello stomaco. Una volta arrivata all’intestino, la pillola rilascia l’enzima affinché possa agire sulle proteine del glutine.

La confezione del prodotto specifica chiaramente: “Questo prodotto non sostituisce una dieta senza glutine e non è appropriato per il trattamento o per la prevenzione della celiachia.”

Naturalmente sono stati fatti dei passi avanti nella ricerca e queste pillole potrebbero con il tempo diventare più efficaci. Ciò non significa, tuttavia, che queste pillole siano sufficienti per le persone con celiachia a rinunciare alla dieta senza glutine. Siate cauti poiché utilizzare la pillola per poter mangiare in un ristorante senza curarsi della contaminazione incrociata significa altresì saltare la vostra dieta.

 

Per il momento una dieta senza glutine continua ad essere l’unico trattamento per le persone affette da celiachia.

 

Fonte: https://www.schaer.com/it-it/a/pillola-celiachia

27 Feb 2019

Le chiacchiere di Carnevale? Facciamole in casa!

Le chiacchiere di Carnevale, una ricetta semplice e veloce da fare in casa con i prodotti Shar, da immergere in caldo cioccolato per una carnevale gluten free.

Chiacchiere, galani, crostoli… quanti nomi diversi per chiamarli, ma sono sempre loro i buonissimi dolci di Carnevale!

Ingredienti:

420 g Mix B – Mix Pane

60 g margarina fredda

3 g sale

200 ml vino bianco

1 uovo

20 g zucchero

15 g zucchero vanigliato

1,5 g scorza di limone grattugiata

10 ml olio

Preparazione

Per prima cosa mettere tutti gli ingredienti liquidi in un processore e aggiungere poi gli altri ingredienti.

Lavorare l’impasto lentamente finché tutti gli ingredienti non saranno miscelati. Continuare a impastare al livello 2 fin quando l’impasto non sarà omogeneo (tempo totale circa 3 – 4 minuti).

Dividere l’impasto in due parti uguali e formare una palla con ciascuna di esse.

Avvolgere una delle due palle nella pellicola (l’impasto si secca rapidamente). Stendere la seconda palla in una sfoglia molto sottile (massimo 2 mm) e tagliarla a strisce (5 cm x 3 cm).

Friggere le strisce di pasta in abbondante olio caldo (circa 1.5 minuti per lato) assicurandosi che non diventino troppo scure!

Togliere le strisce dall’olio e metterle su carta da cucina assorbente.

Non appena le strisce saranno ben scolate, cospargerle di zucchero a velo e servire.

Fonte: https://www.schaer.com/it-it/r/chiacchiere

12 Dic 2018

Natale senza glutine: Pupazzi di neve e pudding natalizi

Un tocco in più per il tuo Natale con le ricette di Schaer e Farmacie Palomba. Un sapore unico, senza glutine, per arginare le intolleranze e rendere unico il sapore delle feste.

Tutti gli ingredienti delle ricette li trovi presso il nostro Celiac Store di piazza Imbriani a Torre Annunziata.

Per aggiungere un delizioso sapore di cioccolata alla magia della tradizione natalizia!

 

Ingredienti:

4-5 confezioni di

Bulé

cocco in scaglie

pasta da zucchero verde

pasta da zucchero bianca

pasta da zucchero nera

pasta da zucchero arancione

(per le sciarpe)

pasta da zucchero di diversi colori

Preparazione

Per i pupazzi di neve:

 

Mettere 6 Bulé nel forno preriscaldato e farli sciogliere leggermente – occhio, basta qualche secondo.

Qui arriva il “lavoro sporco”! Rotolare i Bulé leggermente sciolti nel cocco disidratato, unirne due per ottenere la forma del pupazzo di neve. Mettere da parte e lasciare indurire.

Plasmare un pezzetto di pasta da zucchero nera a forma cilindrica per il cappello, ricavare dalla pasta da zucchero rimanente piccoli dischi per la tesa del cappello.

Stendere un po’ di pasta da zucchero colorata e ritagliare un rettangolo lungo e stretto per la sciarpa, praticando piccole indentature alle due estremità. Avvolgere intorno al pupazzo di neve – è un lavoro di precisione!

Ritagliare gli occhi neri e plasmare una piccola carota per il naso.

Lasciare asciugare in frigo.

Per i pudding natalizi:

 

Stendere parte della pasta da zucchero bianca, verde e rossa per decorare la sommità dei pudding natalizi.

Inumidire con un goccio d’acqua per fare aderire la pasta da zucchero

e posizionare sopra il Bulé.

12 Dic 2018

Le ricette senza glutine: Panettone al cioccolato

Un tocco in più per il tuo Natale con le ricette di Schaer e Farmacie Palomba. Un sapore unico, senza glutine, per arginare le intolleranze e rendere unico il sapore delle feste.

Tutti gli ingredienti delle ricette li trovi presso il nostro Celiac Store di piazza Imbriani a Torre Annunziata.

Per aggiungere un delizioso sapore di cioccolata alla magia della tradizione natalizia!

 

Ingredienti:

250 g Mix B – Mix Pane

5 g lievito secco

150 ml acqua tiepida

1 Cc gomma xantano

80 g burro o margarina

100 g zucchero

3 uova 200 g gocce di cioccolato

a piacere essenza di vaniglia

Preparazione

Spolverizzare le gocce di cioccolata con Mix B Mix Pane Schär e aggiungerle agli altri ingredienti dell’impasto.

Versare il composto in uno stampo da panettone imburrato e infarinato con Mix Pane Schär.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° C per circa 50 minuti.

 

Scopri di piu su www.schaer.com/it-it

28 Nov 2018

I muffin con gocce di cioccolato di Sonia Peronaci

Ed ora scopriamo come sorprendere con i muffin dolci senza glutine i nostri ospiti.

Pronti?

INGREDIENTI PER MINIMUFFIN CON GOCCE DI CIOCCOLATO

  • Farina Mix B 200 g
  • Lievito chimico in polvere 8 g
  • Burro a temperatura ambiente 125 g
  • Zucchero semolato 100 g
  • Uova medie 3
  • Cioccolato fondente gocce 50 g
  • Latte fresco intero 30 ml

    PER GUARNIRE

  • Ciuffo di panna
  • Zuccherini colorati

 

PROCEDIMENTO:

Per fare i muffin in una ciotola lavora con le fruste il burro a temperatura ambiente assieme allo zucchero. Aggiungi l’uovo intero e, dopo averlo incorporato, il latte a filo e le gocce di cioccolato.

Setaccia farina, lievito e mescolali bene nell’impasto per non formare grumi. Trasferisci tutto per comodità in una sac-à-poche.

Disponi nella teglia per i muffin i pirottini classici di carta e riempili per 3/4. Infornali in forno statico preriscaldato a 180° per 20 minuti. Una volta pronti, lasciali raffreddare completamente. Guarnisci con un ciuffo di panna montata e zuccherini colorati!

 

28 Nov 2018

I minimuffin salati di Sonia Peronaci

Siete curiosi di conoscere gli ingrediente dei deliziosi muffin che Sonia Peronaci ha preparato durante l’evento di sabato 24 novembre al nostro celiac store?

E allora…segnate gli ingredienti e scoprite con il facile procedimento come preparare i buonissimi muffin gluten free.

INGREDIENTI PER MINIMUFFIN SALATI

  • Farina Mix B 200 g
  • Latte intero 150 g
  • Lievito istantaneo per preparazioni salate 10 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Ricotta vaccina 80 g
  • Formaggio grattugiato 80 g
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Olio di semi di girasole 100 ml
  • Zucchine 700 g
  • Uova 3
  • Salamino 100 g

PER GUARNIRE

  • Philadelphia q.b
  • Pomodorini ciliegino 12

 

PROCEDIMENTO:

Per i muffin salati lava e asciuga bene le zucchine. Tagliale a tocchetti e mettile in una ciotola con un filo di sale.

 

In una ciotola a parte sbatti le uova e il latte con una frusta, aggiungi l’olio di semi a filo e la ricotta, quindi continua a sbattere fino a ottenere un composto omogeneo. Unisci la farina e il lievito e mescola per amalgamare tutti gli ingredienti.

 

Aggiungi il formaggio grattugiato, le zucchine a tocchetti e il salamino. Aggiusta di sale e pepe. Quindi metti il composto in una sac à poche. Ora trasferisci l’impasto riempiendo i pirottini fino al bordo.  Cuoci a 180° in forno statico preriscaldato per circa 30 minuti.

Una volta pronti, sfornali e lasciali raffreddare. Guarnisci con un ciuffo di Philadelphia e un quarto di pomodorino: eccoli pronti!

 

22 Nov 2018

Sonia Peronaci, da Giallo Zafferano alla Farmacia Palomba

Appuntamento da non perdere quello di sabato 24 novembre in programma presso il nostro Celiac Store di piazza Imbriani a Torre Annunziata,

Dalle ore 16.00 la celebre food blogger Sonia Peronaci delizierà i vostri palati con una serie di ricette e creazioni pensate in collaborazione con SCHAR l’azienda leader del gluten free.

Milanese di nascita,  Sonia Peronaci inizia a cucinare nel ristorante del padre a 6 anni. Dopo aver lavorato in pub, villaggi turistici e come commercialista, nel 2006 fonda con il compagno Francesco Lopes il sito internet e video blog di cucina Giallo Zafferano.

Il progetto ottiene un grande successo e viene acquisito da Banzai nel settembre 2009. Nel 2011 Giallo Zafferano raggiunge due milioni di utenti unici al mese;[3] nel 2013 supera quattro milioni di utenti al mese.

Sonia Peronaci guadagna rapidamente popolarità – anche grazie ai social network e al canale di YouTube, dove Giallo Zafferano pubblica dal 2009 video-ricette anche in inglese e spagnolo.

Inizia collaborazioni con mensili e altri portali on-line (Grazia, Donna Moderna) e dal 2011 partecipa a diverse trasmissioni televisive, presentando video-ricette e consigli per la cucina.

Dal novembre 2010 Sonia Peronaci è stata scelta come testimonial italiana di Kraft Philadelphia: nel 2011 ha realizzato sei spot pubblicitari per le reti nazionali e private. Nel 2012 partecipa ad altri due spot, in compagnia di Katia Follesa e Marta Zoboli.

Il 29 novembre 2011 pubblica per Mondadori il libro Le mie migliori ricette, una raccolta delle ricette più visitate su Giallo Zafferano. L’11 settembre 2012 pubblica per lo stesso editore un secondo libro, dal titolo Divertiti cucinando.

Nel 2012 interviene in un corso di web marketing dell’Università Cattolica di Milano.

Dal 4 novembre 2013 va in onda, sul canale Fox Life, il programma televisivo In cucina con Giallozafferano, basato sulle video ricette di Giallo Zafferano; in ogni puntata propone una delle ricette del sito, illustrando tutti i procedimenti[7].

Nel mese di ottobre 2015 rende pubblica la decisione da lei maturata di interrompere la collaborazione novennale a Giallo Zafferano, una scelta motivata con l’intenzione di dedicarsi ad altri percorsi professionali ne ramo della pratica e divulgazione culinaria[8].

Il 17 novembre 2015 ha lanciato il suo nuovo sito http://www.soniaperonaci.it/. ( fonte wikipedia)

 

 

07 Nov 2018

Senza Glutine anche senza intolleranze?

Sempre più persone rinunciano al glutine a seguito di diverse patologie e intolleranze. Questa proteina naturale è contenuta in diverse varietà di cereali, come frumento, orzo, farro, segale, kamut e triticale.

La seguente lista offre una visione generale delle diverse intolleranze al glutine.

La celiachia è una malattia autoimmune. Nelle persone con la predisposizione genetica corrispondente, l’assunzione di glutine, anche in piccolissime quantità, provoca un’infiammazione cronica e una regressione dei villi intestinali. Una rigida alimentazione senza glutineper tutta la vita, attenua i sintomi della celiachia.

La sensibilità al glutine e quella al frumento sono accompagnate, secondo numerosi studi, da un’ipersensibilità nei confronti del glutine o di determinati componenti del frumento, senza però che sia stata diagnosticata una celiachia o un’allergia al frumento. In presenza di una sensibilità al glutine/frumento possono manifestarsi sintomi quali mal di testa, nausea, problemi digestivi, affaticamento, dolori muscolari e molti altri disturbi, che scompaiono se si segue una dieta senza glutine per un determinato periodo di tempo.

In caso di allergia al frumento il sistema immunitario reagisce con un’intensità eccessiva ai componenti proteici del grano, altrimenti innocui, provocando generalmente reazioni cutanee o delle vie respiratorie superiori. La terapia consiste in un’alimentazione senza frumento da seguire rigorosamente.

La sindrome dell’intestino irritabile (SII) è una patologia frequente del tratto gastrointestinale. I sintomi tipici dell’intestino irritabile sono flatulenza, stitichezza, diarrea o dolori addominali. Questi disturbi possono limitare fortemente la qualità della vita. Prima però che venga formulata la diagnosi di intestino irritabile, si dovrebbero escludere altre cause come la celiachia, la sensibilità al glutine/frumento o altre intolleranze.

Fonte: https://www.schaer.com/it-it/a/glutine-celiachia-sensibilita-al-glutine-al-grano-sil

19 Ott 2018

Tagliatelle di zucca dal mondo Schaer

Ingredienti:

200 g Tagliatelle

200 g polpa di zucca, tagliata a pezzi

½ cipolla 60 g

porro tagliato a listelle sottili

100 ml panna

un po’ di vino bianco

sale e pepe

un po’ di olio

Preparazione

Soffriggere la cipolla e il porro con l’olio, aggiungere la zucca. Versare un po’ di vino e la panna. Aggiungere sale e pepe e lasciar addensare.

Cuocere la pasta al dente e mescolare con il sugo.