Dal 2005 al vostro servizio!
Centrale: 081 8612342
Rovigliano: 081 5364088
Torre Sud: 081 8611161
Centro Estetico: 081 8616339
14 Feb 2019

Cosa sono e come si combattono le zampe di gallina?

Farmacie Palomba e Vichy, conoscere e lenire le zampe di galline.

 

Le rughe comparse sul contorno occhi fanno apparire il tuo sguardo stanco e invecchiato? Scopri come combattere le zampe di gallina con la nostra guida.

Zampe di gallina: cosa sono e perché si formano?

Note comunemente come zampe di gallina, le rughe che compaiono nella zona perioculare, cioè sul contorno occhi e, nello specifico, negli angoli esterni degli occhi, fanno parte delle cosiddette “rughe di espressione”. Queste rughe si formano infatti per l’azione ripetuta e frequente dei muscoli facciali che utilizziamo per la mimica del nostro viso: quando sorridiamo, quando ci imbronciamo o siamo stupiti.

A che età compaiono sul viso?

Le zampe di gallina possono comparire anche in giovane età, soprattutto quando sono direttamente collegate alla forma e all’espressività specifica del viso. A partire dai 30 anni, poi, la pelle diventa via via meno elastica e piena, per non parlare dei 50 anni, quando la struttura della pelle si indebolisce a causa della progressiva riduzione nella produzione di collagene da parte dei fibroblasti. A questo si unisce una diminuzione graduale dei livelli di acido ialuronico naturalmente presente nella pelle, che determina un aumento della disidratazione cutanea, rendendo la pelle vuota e dall’aspetto spento e cadente. Inoltre, fattori esterni come un’eccessiva e prolungata esposizione ai raggi UV e inquinamento, insieme a cattive abitudini come fumo e un’alimentazione sregolata, possono accelerare il processo di invecchiamento cutaneo, velocizzando di conseguenza anche la comparsa delle zampe di gallina.

Zampe di gallina: il trattamento migliore per ogni età

Per contrastare la comparsa delle zampe di gallina ed evitare che diventino sempre più profonde ed evidenti, è importante iniziare a combattere subito i fattori in grado di accelerare il processo di invecchiamento, adattando il regime antirughe alle diverse fasi della vita:

  • A 20 anni: scegli trattamenti viso dall’azione idratante profonda, che aiutano a rinforzare la pelle, proteggendola e mantenendo il suo benessere.
  • A 40 anni: integra nella tua routine quotidiana trattamenti arricchiti con ingredienti come acido ialuronico e vitamina C.
  • A 50 anni: opta per un trattamento antirughe e antinvecchiamento formulato appositamente per stimolare la produzione di collagene da parte della pelle, associato all’azione idratante e rimpolpante dell’acido ialuronico.

Come nascondere le zampe di gallina con il make-up

Vuoi far sparire le fastidiose zampe di gallina in un istante? Ecco qualche “trucco” da utilizzare quando applichi il tuo make-up quotidiano:

  • Illumina la zona del contorno occhi con un correttore fluido di una tonalità poco più chiara del tuo colorito naturale. Stendilo con cura per evitare che si accumuli nelle pieghe, ottenendo l’effetto di enfatizzarle.
  • Opta per un fondotinta fluido per uniformare il viso con un effetto naturale e leggero. Se utilizzi prodotti in polvere libera, come la cipria o un fissante in polvere, stendine un velo leggerissimo, eliminando ogni eccesso.
  • Prediligi ombretti in crema nelle tonalità leggermente scure o neutre ed evita quelli in polvere e dai colori perlati o troppo chiari.
  • Apri lo sguardo con il mascara e passando una matita occhi color burro sulla rima interna dell’occhio.

 

Fonte: https://www.vichy.it/vichy-mag/cosa-sono-e-come-si-combattono-le-zampe-di-gallina/vmag73453.aspx

31 Gen 2019

Maschere viso, quali scegliere? I consigli di Miamo e Farmacie Palomba

Chi non ha mai applicato sul proprio viso una maschera? Purificante, astringente, illuminante, idratante, anti-age, detossinante: di maschere ne esistono davvero di tutti i tipi, per tutte le esigenze e con tante modalità di applicazione.

Scegliere la maschera adatta alle proprie necessità è molto importante al fine di preservare la salute e la bellezza della propria pelle.

Le maschere viso sono ricche di principi attivi altamente funzionali, per questo motivo viene raccomandato l’uso di questo tipo si prodotto per intervenire su problematiche, ad esempio pelle acneica o produzione eccessiva di sebo, oppure su inestetismidella pelle, rossori e macchie. I risultati sono subito visibili: dopo i trattamenti la pelle risulta fresca, elastica e luminosa.

Tipologia di maschere

In commercio c’è un’ampia offerta di maschere viso e talvolta è difficile decidere quale acquistare e qual è la più indicata per il proprio tipo di pelle.

Vediamo quali sono le tipologie di maschere tra le quali possiamo scegliere e vediamo le differenze tra loro:

  • Clay Masks: con questo termine ci si riferisce alle maschere contenenti argille naturali. Vengono utilizzate principalmente per detergere in profondità asportando le impurità della pelle mentre si asciugano.
  • Peel-off Masks: contengono all’interno della formulazione un agente plasticizzante che determina, durante l’applicazione, la formazione di una pellicola filmante sul viso. Durante la rimozione della pellicola vengono eliminate le impurità della pelle.
  • Maschere in crema-gel (Leave on – Rinse off): ci si riferisce a maschere viso altamente nutrienti, idratanti e ristrutturanti. La formulazione di questa tipologia di maschera è arricchita da attivi funzionali di massima efficacia.
  • Warm-oil Masks: queste maschere solitamente si associano ad un trattamento termico per favorire la veicolazione degli attivi e migliorare il microcircolo.
  • Sheet Masks o Non- Woven Tissue Masks: maschere in cotone o altre tipologie di tessuti. Si appoggiano sul viso e lasciano in posa per qualche minuto. Aderiscono perfettamente alla pelle, sono imbevute di diversi attivi per rilassare e rivitalizzare la pelle.

Ingredienti e funzioni

Ogni maschera è indicata per una specifica tipologia di pelle, età e funzionalità pertanto, saper selezionare e comprendere gli ingredienti necessari al fine di raggiungere un valido risultato è davvero necessario:

  • ossido di zinco, zolfo, acido salicilico, argilla, thè verde: ingredienti funzionali ad azione astringente, antinfiammatoria, antibatterica, dermopurificanti. Adatti per il trattamento di pelli impure e a tendenza acneica.
  • aloe, pantenolo, miele, vitamina E: ingredienti lenitivi. Adatti per le pelli più sensibilizzate.
  • olii e burri vegetali: ingredienti nutrienti. Adatti a pelle secca.
  • acido ialuronico e collagene: ingredienti antiage. Adatti per pelli mature.
  • acido glicolico, acido mandelico, niacinamide: ingredienti esfolianti e schiarenti. Indicati per pelli inspessite e caratterizzate dalla presenza di discromie cutanee.

Frequenza e modalità d’uso

L’indicazione della frequenza di utilizzo di una maschera per il viso dipende naturalmente dalla sua:

  • tipologia
  • funzionalità
  • dall’aspetto e condizioni della pelle del proprio viso

Vediamo quando applicare le maschere che si trovano più comunemente sul mercato:

  • maschere purificanti e astringenti: di solito è consigliata l’applicazione di questo tipo di maschere almeno una volta a settimana
  • maschere illuminanti, anti-age e idratanti: possono essere applicate anche due/tre volte a settimana
  • maschere schiarenti ed esfolianti: con questo tipo di maschere è necessario valutare eventuali zone sensibilizzate ed evitare l’esposizione ai raggi solari. L’applicazione è consigliata almeno una volta a settimana

La modalità d’uso delle maschere è molto semplice, tuttavia ricordiamo che è necessario, prima di ogni applicazione, rimuovere accuratamente il make-up e detergere in profondità la pelle del viso.

Una volta effettuato questo passaggio, semplice quanto spesso sottovalutato, si applica la maschera e si attende il tempo necessario di posa.

Rimuovere la maschera delicatamente utilizzando solitamente acqua tiepida e aiutandosi con un panno delicato oppure con una spugnetta. Per completare il trattamento riequilibrare il film idrolipidico con prodotti idratanti.

Maschere Miamo

Le maschere Miamo sono integrate nei protocolli studiati per ognitipo di pelle e per ogni necessità specifica:

  • Cleansing Purifying Masque: è una maschera viso a base di Ossido di Zinco 5.0%, Zolfo 2.5% e Acido Salicilico 0.5% dalla consistenza piacevole e dalla facile applicabilità. Purifica intensamente attraverso le sue proprietà adsorbenti e microesfolianti, lasciando la pelle luminosa, lenita e sana. È particolarmente indicata al trattamento di pelle impura, grassa o mista. Miamo ne suggerisce l’uso in protocolli che trattano problematiche cutanee quali: comedoni, punti neri, macchie e arrossamenti cutanei.
  • Age Reverse Masque Epigenetic Formula: maschera notte multi-funzionale rivoluzionaria che sfrutta le proprietà epigenetiche dei suoi principi attivi per un’azione ristrutturante, detossificante, antiossidante ed anti-rughe. Indicata come trattamento anti-aging globale. Favorisce il rinnovamento cellulare, ridona elasticità, compattezza e luminosità alla pelle.

Prodotti correlati

  • AHA/BHA PURIFYING CLEANSER: detergente in gel oil-free in grado di rimuovere l’eccesso di sebo, le impurità e le cellule morte superficiali.
  • GENTLE ROSE CLEANSER: gel detergente delicato, adatto a tutti i tipi di pelle anche a quelle più sensibili. Lascia la pelle tonica e idratata.
  • SALICYLIC ACID EXFOLIATOR 2%: esfoliante viso/corpo a base di Acido Salicilico al 2% che aiuta ad eliminare le impurità e riduce la produzione di sebo.
  • GLYCOLIC ACID EXFOLIATOR 3.8%: esfoliante contenente Acido Glicolico 3.8%, che aiuta a rimuovere le cellule morte e le impurità presenti sulla superficie dell’epidermide e contemporaneamente stimola il turnover cellulare.
  • VITAMIN C ACTION+ SERUM: siero concentrato alla Vitamina C stabilizzata al 15%. Ha azione antirughe, schiarente e antiossidante. Protegge la pelle dai danni solari e dai radicali liberi, è raccomandato l’uso per il stimolare la sintesi del collagene e per il trattamento delle macchie cutanee. Dopo l’applicazione la pelle risulta luminosa.
  • COLLAGEN AMPLIFER SERUM: siero ai peptidi velocemente assimilabili dalla pelle. È un efficace antirughe rinnovatore e rassodante, può essere usato anche nel trattamento di cicatrici atrofiche. Restituisce elasticità e compattezza.
  • ESSENTIAL LIPIDS SERUM: siero concentrato di lipidi naturali, aiuta a ridurre le rughe di disidratazione, ripara la barriera cutanea, idrata intensamente ricreando il film idrolipidico fisiologico, può essere usato anche come caudivante per il trattamento di couperose e dermatiti. La pelle appare idratata, ristrutturata e morbida.
  • GF5-GLUTATHIONE REJUVENANTING SERUM: siero antirughe, antiossidante. Uniforma il colorito del volto, contrasta i principali segni di invecchiamento, promuove il naturale processo di rinnovamento cellulare rendendo la pelle più giovane, compatta, luminosa ed elastica.

 

 

Fonte: https://www.miamo.com/come-scegliere-la-maschera-viso-piu-adatta-al-tuo-tipo-di-pelle/

28 Gen 2019

Influenza 2019, proteggiamo i nostri bambini

E’ il periodo più “contagioso” dell’anno nel quale l’influenza 2019 è nella fase di maggior contagio. Per mettere “al riparo” per quanto sia possibile i nostri bambini, Farmacia Palomba vi consiglia alcuni accorgimenti per conoscere ed affrontare meglio il malanno di stagione.

Influenza nei bambini

Sintomi

Nei bambini l’influenza si manifesta più rapidamente di un raffreddore e con sintomi più severi. I bambini con il raffreddore hanno di solito abbastanza energia per continuare a giocare e portare avanti le loro attività quotidiane mentre con l’influenza, in genere, preferiscono stare a letto.

 

I sintomi influenzali tipici sono:

 

febbre improvvisa,

brividi e tremori,

cefalea,

dolori muscolari,

fatica estrema,

tosse secca e mal di gola,

perdita di appetito.

I bambini contagiati possono avere quindi gli stessi sintomi di un adulto, ma ci possono essere differenze:

 

Neonati e lattanti possono avere inspiegabili febbri molto alte, senza altri segni di malattia.

I bambini piccoli in genere hanno temperature sopra 39,5°C e possono avere convulsioni.

Fastidi e dolori gastrici, vomito e diarrea sono frequenti nei bambini più piccoli.

Sono anche frequenti dolore alle orecchie e occhi rossi.

In alcuni casi, braccia e gambe possono essere estremamente dolenti per l’infiammazione muscolare.

Cura e terapia per i bambini

  1. Mettere il bambino più a suo agio possibile. Proporgli spesso da bere e piccoli pasti nutrienti.
  2. Se ha la febbre, vestirlo con abiti leggeri e mantenere la temperatura ambiente intorno a 20°C.
  3. Per ridurre la sofferenza, i dolori o la febbre, se superiore a 38,5°C, usare il paracetamolo. L’ibuprofene può essere somministrato a bambini con più di 6 mesi. A meno di indicazioni mediche diverse, somministrare la dose raccomandata sulla confezione ogni 4 ore fino a riduzione della temperatura. Non somministrare acido acetilsalicilico (aspirina), o composti che lo contengono, a bambini e adolescenti con il raffreddore perché può determinare danni cerebrali ed epatici (sindrome di Reye).
  4. Non dare farmaci da banco per la tosse o per il raffreddore a bambini sotto i 6 anni di età a meno di prescrizione medica.
  5. Chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di somministrare farmaci da banco a bambini o a individui in cura con altre medicine o affetti da malattie croniche.
  6. Leggere attentamente le istruzioni a corredo della confezione. Non aumentare la dose rispetto a quanto raccomandato.
  7. La tosse aiuta a eliminare il muco dal torace. Molti prodotti da banco per la tosse o per il raffreddore contengono elementi che la attenuano. In genere, contengono destrometorfano (anche detto DM o DXM) e/o difenidramina. La maggior parte degli studi su questi composti è stata fatta negli adulti. I pochi condotti su bambini non mostrano benefici.
  8. Gargarismi con acqua tiepida aiuteranno a ridurre il mal di gola. Nei bambini di almeno 3 anni in grado di succhiare caramelle dure senza strozzarsi si possono usare caramelle dure senza zucchero o pastiglie a base di miele, erbe o pectina. Le pastiglie per la tosse a base di farmaci che attenuano la sensibilità della gola (diclonina, benzocaina, esilresorcinolo, mentolo e fenolo) non dovranno essere date a bambini piccoli perché possono risultare troppo difficili da inghiottire.

Fonte: CaringForKids

Trasmissione

I malati di influenza possono contagiare gli altri nel raggio di circa 2 metri. Molti esperti ritengono che i virus dell’influenza si diffondano principalmente tramite le goccioline di saliva emesse tossendo, starnutendo o parlando. Queste goccioline possono arrivare in bocca o nel naso di individui vicini o essere eventualmente inalate nei polmoni.

Meno spesso, un soggetto potrebbe infettarsi toccando prima una superficie o un oggetto contaminati dal virus influenzale e poi la propria bocca o il proprio naso.

Per evitare il contagio, si dovrebbe stare lontano dagli ammalati e stare a casa se colpiti in prima persona. È importante anche lavarsi le mani spesso con acqua e sapone. Se acqua e sapone non sono disponibili, si possono usare salviettine a base di alcool. Biancheria, posate e piatti degli ammalati non dovranno essere condivisi senza averli prima lavati con attenzione. Le posate possono essere lavate o in lavapiatti o a mano con acqua e sapone, non occorre lavarle separatamente. Inoltre, superfici di casa, lavoro e scuola, toccate spesso, dovranno essere pulite e disinfettate, specie in presenza di ammalati.
La maggior parte degli adulti sani può trasmettere l’influenza dal giorno prima della comparsa dei sintomi fino a 5-7 giorni dopo. I bambini possono trasmettere il virus per più di 7 giorni.
I sintomi iniziano 1-4 giorni dopo l’ingresso nel corpo del virus. Ciò significa che si può essere contagiosi prima di sapere di essersi ammalati, nonché durante il decorso. Alcuni possono infettarsi ma non sviluppare sintomi. In tale periodo, possono però trasmettere il virus ad altri.
I virus resistono particolarmente bene anche nell’ambiente e la trasmissione è facilitata da ambienti affollati, situazioni di bassa temperatura ed alta umidità.

Pericoli

L’influenza stagionale è una malattia respiratoria acuta che in genere si autolimita spontaneamente; la maggior parte dei soggetti in giovane età in salute guarisce dall’influenza senza alcuna conseguenza, mentre rischi maggiori sono corsi da pazienti delle cosiddette fasce a rischio (donne in gravidanza, neonati, pazienti con più di 65 anni e/o con malattie croniche, …).

L’impatto è sicuramente più prolungato rispetto al raffreddore, ma la maggior parte dei soggetti colpiti da influenza guarisce in qualche giorno (meno di due settimane), salvo alcuni pazienti che sviluppano invece complicanze.

Le infezioni del seno (sinusite) e dell’orecchio (otite) sono esempi di complicazioni moderate, mentre la polmonite è una grave complicanza influenzale che può derivare sia dall’infezione del virus dell’influenza stesso, che da una sovra-infezione batterica.

Fonte: https://www.farmacoecura.it/influenza/influenza-sintomi-rimedi-e-cura/

09 Gen 2019

Freddo e gelo? Scopri come proteggere la tua pelle

Le fredde giornate invernali lasciano spesso la pelle danneggiata o con una fastidiosa sensazione di fragilità. In molti casi, non appena arriva l’inverno, compaiono anche rossori e la pelle tira.

Scopri i consigli degli esperti per prenderti cura della tua pelle durante i mesi più rigidi dell’anno.

In che modo il freddo può impattare la pelle?

Tra gli altri fattori ambientali – conosciuti nel loro complesso come esposoma – che possono avere effetti negativi sulla pelle, le temperature rigide dell’inverno possono rendere il nostro incarnato disidratato e screpolato, per effetto di vento, neve e pioggia e della loro azione sulla pelle. Proprio come avviene d’estate a causa del caldo, la pelle diventa più secca, come risultato dell’esposizione a condizioni meteo inclementi e al riscaldamento negli ambienti chiusi. Questo può determinare l’intensificarsi di problematiche della pelle proprio durante i mesi più freddi.

Ma cosa succede sotto la superfice della pelle quando fuori si gela? Quando è esposta per lunghi periodi a temperature rigide, la funzione barriera della pelle – che la protegge da inquinamento, raggi UV e dagli effetti della disidratazione, così come da stress e stanchezza – si indebolisce*, lasciando la cute maggiormente esposta agli effetti provocati dagli elementi esterni. Per proteggere la pelle e contrastare questi effetti negativi, l’idratazione è fondamentale: più la cute è idratata, più forte e resistente sarà la sua funzione barriera.

Come rinforzare la pelle nei mesi invernali

Naturalmente non è necessario ribadire che bere una sufficiente quantità di acqua permette alla pelle di restare adeguatamente idratata. Questa buona abitudine è importante anche in inverno, quando è più difficile accorgersi che la pelle è assetata, a causa del restringimento dei capillari sanguigni che ci aiuta a trattenere il calore. Inoltre, alcune ricerche hanno mostrato che durante i periodi di stress, la capacità del corpo di trattenere l’acqua è ridotta. Per risvegliare la pelle stanca e affaticata, porta sempre con te nella tua borsa una bottiglia di acqua spray per il viso. Offrire alla pelle l’ottimale livello di minerali con l’Acqua Termale Mineralizzante di Vichy aiuta a minimizzare la perdita di acqua e a rinforzare la barriera cutanea, evitando così che la pelle diventi secca e screpolata. Reintegrare l’idratazione della pelle quando questa è particolarmente sensibile durante i mesi più freddi ti aiuterà ad avere un aspetto riposato e radioso per tutto l’inverno.

Fonte: https://www.vichy.it/vichy-mag/scopri-come-proteggere-la-pelle-dal-freddo-invernale/vmag63592.aspx

02 Gen 2019

Le giornate speciali di gennaio alla Farmacia Centrale

Sarà un gennaio dedicato alla bellezza quello che si apprestano a vivere le Farmacie del gruppo Palomba.

Gli appuntamenti della Farmacia Centrale daranno dedicati alla cura della tua pelle  in un periodo dell’anno in cui è messa a dura prova dagli agenti atmosferici.

Segna in agenda:

 

martedì 8 LA ROCHE POSAY
mercoledì 16 SHAPE

Il marchio Shape rappresenta una linea cosmetica che punta ai vertici del marcato, sia in termini di qualità dei prodotti, sia in temini di pieno soddisfacimento da parte dei consumatori.

lunedì 21 VICHY
Segna in agenda, riscopriti bella.
02 Gen 2019

Le giornate speciali di gennaio alla Farmacia Centrale

Sarà un gennaio dedicato alla bellezza quello che si apprestano a vivere le Farmacie del gruppo Palomba.

Gli appuntamenti della Farmacia Centrale daranno dedicati alla cura della tua pelle  in un periodo dell’anno in cui è messa a dura prova dagli agenti atmosferici.

Segna in agenda:

 

martedì 8 LA ROCHE POSAY
mercoledì 16 SHAPE

Il marchio Shape rappresenta una linea cosmetica che punta ai vertici del marcato, sia in termini di qualità dei prodotti, sia in temini di pieno soddisfacimento da parte dei consumatori.

lunedì 21 VICHY
Segna in agenda, riscopriti bella.
12 Dic 2018

Natale senza glutine: Pupazzi di neve e pudding natalizi

Un tocco in più per il tuo Natale con le ricette di Schaer e Farmacie Palomba. Un sapore unico, senza glutine, per arginare le intolleranze e rendere unico il sapore delle feste.

Tutti gli ingredienti delle ricette li trovi presso il nostro Celiac Store di piazza Imbriani a Torre Annunziata.

Per aggiungere un delizioso sapore di cioccolata alla magia della tradizione natalizia!

 

Ingredienti:

4-5 confezioni di

Bulé

cocco in scaglie

pasta da zucchero verde

pasta da zucchero bianca

pasta da zucchero nera

pasta da zucchero arancione

(per le sciarpe)

pasta da zucchero di diversi colori

Preparazione

Per i pupazzi di neve:

 

Mettere 6 Bulé nel forno preriscaldato e farli sciogliere leggermente – occhio, basta qualche secondo.

Qui arriva il “lavoro sporco”! Rotolare i Bulé leggermente sciolti nel cocco disidratato, unirne due per ottenere la forma del pupazzo di neve. Mettere da parte e lasciare indurire.

Plasmare un pezzetto di pasta da zucchero nera a forma cilindrica per il cappello, ricavare dalla pasta da zucchero rimanente piccoli dischi per la tesa del cappello.

Stendere un po’ di pasta da zucchero colorata e ritagliare un rettangolo lungo e stretto per la sciarpa, praticando piccole indentature alle due estremità. Avvolgere intorno al pupazzo di neve – è un lavoro di precisione!

Ritagliare gli occhi neri e plasmare una piccola carota per il naso.

Lasciare asciugare in frigo.

Per i pudding natalizi:

 

Stendere parte della pasta da zucchero bianca, verde e rossa per decorare la sommità dei pudding natalizi.

Inumidire con un goccio d’acqua per fare aderire la pasta da zucchero

e posizionare sopra il Bulé.

12 Dic 2018

Le ricette senza glutine: Panettone al cioccolato

Un tocco in più per il tuo Natale con le ricette di Schaer e Farmacie Palomba. Un sapore unico, senza glutine, per arginare le intolleranze e rendere unico il sapore delle feste.

Tutti gli ingredienti delle ricette li trovi presso il nostro Celiac Store di piazza Imbriani a Torre Annunziata.

Per aggiungere un delizioso sapore di cioccolata alla magia della tradizione natalizia!

 

Ingredienti:

250 g Mix B – Mix Pane

5 g lievito secco

150 ml acqua tiepida

1 Cc gomma xantano

80 g burro o margarina

100 g zucchero

3 uova 200 g gocce di cioccolato

a piacere essenza di vaniglia

Preparazione

Spolverizzare le gocce di cioccolata con Mix B Mix Pane Schär e aggiungerle agli altri ingredienti dell’impasto.

Versare il composto in uno stampo da panettone imburrato e infarinato con Mix Pane Schär.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° C per circa 50 minuti.

 

Scopri di piu su www.schaer.com/it-it

28 Nov 2018

I muffin con gocce di cioccolato di Sonia Peronaci

Ed ora scopriamo come sorprendere con i muffin dolci senza glutine i nostri ospiti.

Pronti?

INGREDIENTI PER MINIMUFFIN CON GOCCE DI CIOCCOLATO

  • Farina Mix B 200 g
  • Lievito chimico in polvere 8 g
  • Burro a temperatura ambiente 125 g
  • Zucchero semolato 100 g
  • Uova medie 3
  • Cioccolato fondente gocce 50 g
  • Latte fresco intero 30 ml

    PER GUARNIRE

  • Ciuffo di panna
  • Zuccherini colorati

 

PROCEDIMENTO:

Per fare i muffin in una ciotola lavora con le fruste il burro a temperatura ambiente assieme allo zucchero. Aggiungi l’uovo intero e, dopo averlo incorporato, il latte a filo e le gocce di cioccolato.

Setaccia farina, lievito e mescolali bene nell’impasto per non formare grumi. Trasferisci tutto per comodità in una sac-à-poche.

Disponi nella teglia per i muffin i pirottini classici di carta e riempili per 3/4. Infornali in forno statico preriscaldato a 180° per 20 minuti. Una volta pronti, lasciali raffreddare completamente. Guarnisci con un ciuffo di panna montata e zuccherini colorati!

 

28 Nov 2018

I minimuffin salati di Sonia Peronaci

Siete curiosi di conoscere gli ingrediente dei deliziosi muffin che Sonia Peronaci ha preparato durante l’evento di sabato 24 novembre al nostro celiac store?

E allora…segnate gli ingredienti e scoprite con il facile procedimento come preparare i buonissimi muffin gluten free.

INGREDIENTI PER MINIMUFFIN SALATI

  • Farina Mix B 200 g
  • Latte intero 150 g
  • Lievito istantaneo per preparazioni salate 10 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Ricotta vaccina 80 g
  • Formaggio grattugiato 80 g
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Olio di semi di girasole 100 ml
  • Zucchine 700 g
  • Uova 3
  • Salamino 100 g

PER GUARNIRE

  • Philadelphia q.b
  • Pomodorini ciliegino 12

 

PROCEDIMENTO:

Per i muffin salati lava e asciuga bene le zucchine. Tagliale a tocchetti e mettile in una ciotola con un filo di sale.

 

In una ciotola a parte sbatti le uova e il latte con una frusta, aggiungi l’olio di semi a filo e la ricotta, quindi continua a sbattere fino a ottenere un composto omogeneo. Unisci la farina e il lievito e mescola per amalgamare tutti gli ingredienti.

 

Aggiungi il formaggio grattugiato, le zucchine a tocchetti e il salamino. Aggiusta di sale e pepe. Quindi metti il composto in una sac à poche. Ora trasferisci l’impasto riempiendo i pirottini fino al bordo.  Cuoci a 180° in forno statico preriscaldato per circa 30 minuti.

Una volta pronti, sfornali e lasciali raffreddare. Guarnisci con un ciuffo di Philadelphia e un quarto di pomodorino: eccoli pronti!